Nuovo sito, stesso impegno!

Seguici sulla nostra nuova pagina informativa Facebook CGIL: Coord Filcams Basi USA e NATO per il Personale Italiano.
Che aspetti? Siamo sempre noi, ancora più forti e ad un solo click di distanza!

venerdì 27 luglio 2012

Una bella notizia!

Finalmente!
Avevamo seguito la faccenda fin dal primo momento, senza un attimo di pausa e senza risparmiarci: adesso, due dei cinque operai della mensa (Galley) di Sigonella, trasferiti a Napoli nel 2010, hanno potuto ritrovare la via di casa! Oggi, alle 1430, l'ufficio del personale ha comunicato l'assegnazione delle nuove posizioni aperte al Galley di Sigonella e, i due lavoratori scelti, ci hanno immediatamente resi partecipi della lieta notizia.
Vogliamo in questa sede ringraziare l'impegno costruttivo dei Comandi di Sigonella e di Napoli, per la loro disponibilità a considerare fattivamente la situazione personale dei lavoratori trasferiti. Vogliamo anche ringraziare gli stessi lavoratori, i quali hanno dimostrato tra loro, una solidarietà assolutamente fuori dal comune. Comunque sia, noi non li avevamo mai abbandonati: siamo sempre rimasti in continuo contatto, fino a collaborare con alcuni di loro nella stesura delle domande di assunzione. Ancora una volta, si dimostra come un impegno sincero, possa superare le difficoltà dovute al non poter usufruire di nessuna struttura organizzata alle proprie spalle.
Con l'augurio che al più presto anche gli altri colleghi trasferiti possano ritrovarsi a Sigonella, noi LIBU abbiamo il piacere di dire oggi ai nostri due colleghi:  
BENTORNATI A CASA!! 

14 commenti:

  1. Credo che i colleghi non dimenticheranno mai chi si è mosso per loro. Grande LIBU!

    RispondiElimina
  2. Da non dimenticare neppure l'incessante lavoro diplomatico di Lorenzo... sempre presente con discrezione ma determinazione.

    RispondiElimina
  3. Che Bella notizia!!......non sarebbe mai dovuto accadere e non dovra' mai piu' ripetersi un episodio del genere!!

    RispondiElimina
  4. Son d'accordo con chi dice
    GRAZIE Lorenzo
    Bentornati a casa ragazzi
    Mary Cosentino

    RispondiElimina
  5. Finalmente una bella notizia!!!!!!!!!!

    Ho la seguente domanda da fare...
    Qualcuno sa com'è finita la riunione di reparto UIL tenutasi ieri in gran "SEGRETO" all'Ospedale della Base di Sigonella. Ho scritto in GRAN SEGRETO perchè la suddetta riunione è stata comunicata all'ultimo minuto con un FOGLIO VOLANTE attaccato con il nastro adesivo sul BANCONE del BAR dell'Ospedale vicino ai panini ed ai cornetti!!!!!!!!!!!!!!!
    Questo pugno di POVERACCI della UIL non hanno avuto nemmeno il coraggio di comunicarlo come di consueto o meglio come un Sindacato Serio usa fare e cioè con una email comune a tutti i lavoratori!!!!!! Ciò significa che hanno potuto fare i loro giochetti POLITICI tranquilli tranquilli...dato che hanno invitato solo a chi hanno voluto!!!
    ECCO QUAL E' IL NON-SINDACATO CHE VIENE SVOLTO DA QUESTI IGNORANTI IN BASE!!!! SPERO CHE TUTTI GLI AMICI DELLE ALTRE BASI D'ITALIA SAPPIANO CON CHI (NOI LAVORATORI DI SIGONELLA) ABBIAMO A CHE FARE!!!!!!!!!!!!!!!!! VERGOGNAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!

    P.S. FORSE A QUESTA DOMANDA PUO' RISPONDERCI la seguente persona....VALERIO GIUDA DI VICENZA (di solito è sempre al corrente degli eventi che riguardano Sigonella....)!!!!!!

    Un abbraccio
    S. Vito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Anonimo,
      Pur comprendendo l'esasperazione provata dall'assoluta latitanza di un sindacato che non sembra più in grado di dialogare con i lavoratori (ci piacerebbe essere smentiti), ti invitiamo per il futuro ad evitare espressioni così forti, che preferiamo lasciare ai nostri detrattori.
      L'attuale dirigenza territoriale UIL-TuCS (parliamo di Catania) è contraria all'uso della posta elettronica militare, in accordo con le istruzioni DoD. Il precedente direttivo era stato più volte ripreso dagli stessi dirigenti, proprio per l'uso di inviare email per comunicare con i lavoratori (pur senza averne mai abusato). Nel momento della rottura, sembra addirittura che la Segreteria provinciale UIL-TuCS abbia mandato una lettera al datore di lavoro in proposito... non avendo però questa lettera in mano, preferiamo non avventurarci a svelare un contenuto sul quale (al momento) girano solo voci. Sempre speriamo che la suddetta Segreteria possa presto chiarire sull'esistenza e sul contenuto del documento citato.
      Ovviamente, adesso sarebbe una contraddizione il fatto che, dopo averne criticato l'uso, inizino anche loro a mandare messaggi negli uffici per via elettronica (certo, qualcuno dovrebbe spiegare all'attuale coordinatore che, anche mandare email a pochi collaboratori è, in linea di principio, non ammesso dalle istruzioni militari).
      Comunque, non cerchiamo certo di giustificarli: il quasi assoluto silenzio con la quale è passata l'assemblea all'ospedale, può solo essere spiegato da un'incapacità di raggiungere i lavoratori o dalla volontà di precludere a molti quello che invece è un diritto sindacale e contrattuale.
      In entrambi i casi, un comportamento censurabile.... chissà perché, ma non ne siamo meravigliati.

      Elimina
  6. Voglio proprio vedere quando vi deciderete ad esporlo nel blog.
    Vi ho già scritto più volte, mettendo in evidenza di lasciar fuori la FISASCAT e i lavoratori dalle vostre beghe interne con la UILTuCS.
    Ribadisco, fino a quando non siete stati esautorati dalla dirigenza tutto filava liscio, non ho mai sentito critiche alla vostra O.S. ne sollecitazioni ai lavoratori se si sentivano rappresentati o meno. Ognuno è libero di cambiare idea, sindacato, organizzarsi in molti modi ma, non di strumentalizzare i lavoratori e le altre sigle sindacali che svolgono il loro ruolo con convinzione, onestà e dedizione ogni giorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro "Cislino", sei male informato: se siamo stati esautorati dai nostri incarichi è proprio perché le cose NON andavano affatto bene con la dirigenza: noi siamo sempre stati considerati dei ribelli. Dunque, non c'è nessuna "bega interna" poiché non siamo interni a nessuno.
      Questo è uno spazio dedicato a TUTTI i lavoratori delle Basi USA, senza marchi di fabbrica, senza appartenenze di alcun genere: dovete una buona volta capire che non siamo del bestiame sul quale poter tatuare la proprietà! Noi siamo liberi lavoratori che prendono libere decisioni; non c'è nessuna strumentalizzazione in merito.
      Se la tutta lamentela si riferisce alla difficoltà oggettiva che state avendo nel reclutare nuovi membri, forse non dovresti prendertela con noi ma con un modo di fare sindacato che (forse) non corrisponde affatto a quella "convinzione e dedizione" da te menzionata.

      Elimina
    2. Caro (ribadisco anch'io)"Cislino", innanzitutto il nostro dissenso e' indirizzato verso certe rappresentanze sindacali che intendono fare sindacato in un modo che non condividiamo. Se tu e la FISASCAT avete il carbone bagnato e pensate di rientrare in questa categoria di sindacati inadeguati e inefficaci, sono fatti tuoi e della FISASCAT.
      Quando filava tutto liscio, come dici tu, cioe' prima delle dimissioni, nessun altro direttivo ha mostrato il dissenso come noi, ci sono centinaia di e-mail e lettere a riprova di cio'. Sei poco informato caro "Cislino. Poi, noi non stiamo strumentalizzando nessuno, strumentalizza chi ha scopi personali da raggiungere, come certa gente che anche tu conosci molto bene, noi siamo solo dei lavoratori che vogliono avere il diritto di parlare e dissentire in totale liberta'.
      Per quanto riguarda la tua "onesta'" non ho niente da obiettare e non mi permetterei mai di farlo...e' sulla "dedizione ogni giorno" che avrei qualcosa da dire.

      Anche se ci stiamo parlando molto meno ultimamente, ti saluto sempre con affetto sincero.

      Saro

      Elimina
    3. @"Cislino"
      Ah, dimenticavo: i dictat a casa nostra non sono graditi. Se non ti va quello che scriviamo c'e' una cosa che lo stesso concetto di liberta'ti permette di fare: scegliere di non collegarti al nostro BLOG. E#' molto semplice. La Democrazia e' bella anche per questo.

      Elimina
    4. @CISLINO

      SEI COME IL BUE CHE DICE CORNUTO ALL'ASINO!!!!
      PARLATE VOI DI STRUMENTALIZZARE??? VOI CHE VI PRENDETE I NOSTRI SOLDI PER FARVI LE VACANZE PAGATE????
      CHE AVETE CONCLUSO SU LIVORNO? CHE AVETE CONCLUSO SUL RINNOVO CONTRATTO?
      SE PARTITE PER DIRE SEMPRE "SI" AGLI AMERICANI, ALLORA COME DEVO CHIAMARE QUESTE PARTENZE? LE CHIAMO VACANZE! ANCHE IO IN VACANZA NON CONCLUDO UN FICO SECCO, PENSO SOLO A PRENDERE IL SOLE E MANGIARE E BERE. DOVE STA LA DIFFERENZA??
      AAHHH......SI!!! C'E' UNA DIFFERENZA.....BELLA GROSSA......LE VOSTRE VACANZE LE PAGHIAMO NOI!!!!!!!! E SE NON E' STRUMENTALIZZAZIONE QUESTA, ALLORA COS'E'?????

      LIBU!!! SCUSATE PER AVER DETTO CHE SIETE....ANZI CHE SIAMO (LIBU MI SENTO ANCH'IO) ASINI....CREDO INVECE CHE GLI ASINI SIANO ALTRI!!!!!!!!! NOI SIAMO CAVALLI DI RAZZA!

      Elimina
  7. Rinnegare le appartenenze che fino a ieri avete condiviso mi sembra il massimo, negli altri blog avete parlato della manifestazione a Roma, con quale bandiera avete partecipato? Potrei anche essere un cislino, non vedo cosa cambierebbe se invece fossi un onesto lavoratore che la pensa in maniera diversa e che si sente usato per scopi che poco hanno a che fare con il sindacato e molto di più con le "BEGHE INTERNE" alla UILTuCS che volente o nolente dovete ammettere. A proposito non capisco a quali difficoltà ti riferisci quando affermi a proposito di reclutare nuovi elementi, forse ancora una volta stai cercando di collegare situazioni che nulla hanno a che fare con la realtà.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti stai arrampicando sugli specchi: nessuno ha mai rinnegato niente, abbiamo solo detto (più volte) che non siamo mai stati troppo accondiscendenti ad un certo modo di fare sindacato.
      Parli di strumentalizzazione, ma dove? Lo sai che significa? Usare la gente in modo subdolo per ottenere un risultato... cosa vorremmo mai ottenere noi? Soldi? Potere? Successo?
      In questo luogo abbiamo dato voce a tutti, compreso te, costretto a venire in "casa nostra" perché l'organizzazione di cui fai parte non è in grado di trovare un punto d'incontro, di dialogo con il lavoratore... e loro gli strumenti li avrebbero... molto più potenti dei nostri! Ma no, tu usi il nostro Blog dove hai molto più spazio di quello che le sigle sindacali concedono a noi, non prendendosi neppure cura di rispondere (fosse anche indirettamente) alle nostre istanze. Dovresti ringraziarci, non accusarci di usare i lavoratori!
      Non capisci a cosa ci riferiamo parlando di difficoltà di reclutamento? Vedremo se a gennaio il senso delle nostre parole sarà chiarito. Se così non fosse, ci piacerebbe che la ragione si trovasse in un Vostro moto di rinnovamento (al momento invisibile) e non nella rassegnazione della nostra categoria.

      Elimina
  8. @Anonimo
    Tu conosci bene i motivi che ci hanno indotto a diventare ex direttivo UILTuCS. Citare la manifestazione a Roma, la bandiera con la quale abbiamo partecipato, fino a scrivere "rinnegare le appartenenze", offende solo la tua intelligenza e non ti fa onore. Desiderei tanto sapere cosa ti rode dentro. Perche' di certo qualcosa ti rode, per scagliarti cosi contro di noi. Come e' stato già detto sopra, nessuno ti obbliga a leggere il nostro blog. Tu ti arrabbi perchè sai che noi diciamo la verità. Caro Anonimo, la prossima volta che avrai voglia di scrivere sul nostro blog, METTI DA PARTE L'ARROGANZA, FIRMA I TUOI SCRITTI E SOPRATTUTTO, PARLA DI ARGOMENTI SERI CHE INTERESSANO I LAVORATORI DELLE BASI. CREDIMI, LE SOLITE FRASI, SCRITTE NELLA SPERANZA DI FARE DANNO, NON SERVONO PIU' A NESSUNO, NEANCHE A TE E ALLA CATEGORIA DI PERSONE A CUI APPARTIENI.

    RispondiElimina