Nuovo sito, stesso impegno!

Seguici sulla nostra nuova pagina informativa Facebook CGIL: Coord Filcams Basi USA e NATO per il Personale Italiano.
Che aspetti? Siamo sempre noi, ancora più forti e ad un solo click di distanza!

giovedì 9 agosto 2012

La RSU nelle Basi USA

Cos'è la RSU?
La RSU è una forma (relativamente) nuova di rappresentanza sindacale che consiste nell'eleggere direttamente i propri rappresentanti, tramite elezione a suffragio universale o, in altre parole, tramite il voto (segreto) di tutti i lavoratori, sia iscritti che non iscritti. La RSU è nata all'interno dell'amministrazione pubblica (la cui funzione è regolata da una legge) ma si è diffusa anche in molte categorie del privato, come in quella metalmeccanica. Il numero di RSU in un'azienda è determinato dalla dimensione dell'azienda stessa: l'accordo interconfederale ne indica non meno di 3 ogni 300 lavoratori (o frazione). Per esempio, un'azienda con 900 dipendenti dovrebbe avere almeno 9 RSU, fossero 950 dipendenti, allora scatterebbero altre 3 RSU, per un totale di 12 RSU.

Da chi è composta la RSU?
Il gruppo della RSU è composto da rappresentanti liberamente scelti dai lavoratori, tra una rosa di nomi presentati dalle organizzazioni sindacali. Questo gruppo, che si formerà a seguito di regolari elezioni, rappresenterà di fatto TUTTI i lavoratori, in quanto tutti i lavoratori (iscritti e non) parteciperanno al voto. La RSU sarà l'unico interlocutore accreditato a trattare col datore di lavoro in quanto espressione di un elettorato che la svincola dall'essere subordinata alle varie segreterie sindacali.

Come avviene l'elezione della RSU?
L'accordo interconfederale prevede regolari elezioni (durante le ore di lavoro) con cadenza triennale: ogni sigla sindacale presenta la propria lista di candidati e i lavoratori tutti votano per eleggere tra questi la RSU. L'accordo interconfederale prevede che due terzi dei seggi RSU vadano ai candidati più votati mentre un terzo vada invece alle liste, in proporzione ai voti ricevuti. Ovviamente, non importa il numero degli iscritti in una o in un'altra sigla sindacale, importa solo il risultato delle elezioni. Ritorniamo all'esempio di un'azienda con 900 dipendenti: per la cronaca diciamo che un ipotetico sindacato X ha 500 iscritti, il sindacato Y ne ha 120 mentre il sindacato Z ne ha solo 50. Si indicono le elezioni, ogni sindacato presenta le proprie liste ed i lavoratori votano: diventeranno RSU i 6 candidati più votati mentre gli ultimi 3 andranno in proporzione alle liste che hanno ricevuto più voti. Alla fine delle elezioni, in base ai voti ricevuti, il gruppo RSU potrebbe per esempio essere formato da 4 membri della lista del sindacato Y, 3 del sindacato Z e 3 del sindacato X. Ripetiamo: non ha nessuna importanza il numero di iscritti, decide comunque il lavoratore, liberamente, all'interno dell'urna.

La RSU è la controparte del datore di lavoro?
Il gruppo eletto della RSU è il soggetto istituzionale che rappresenta i lavoratori col datore di lavoro. Forte del voto ricevuto, la RSU dovrà rendere conto solo ed esclusivamente al lavoratore/elettore, non alle varie dirigenze sindacali: Il segretario territoriale non avrà alcun potere contrattuale e neppure quello di detronizzare o limitare l'azione di una RSU poco "accondiscendente". Detto in parole povere, la RSU sposta la rappresentanza sindacale dalle segreterie provinciali ai rappresentanti democraticamente eletti da tutti i lavoratori.

Come funziona la rappresentanza nella Basi USA?
Nel Contratto Nazionale Basi USA non è contemplata la RSU ma la RSA, la "vecchia" forma di rappresentanza sindacale in cui il segretario territoriale nomina i vari rappresentanti (RSA per l'appunto) ma tiene per se il diritto di confronto col datore di lavoro. Il datore di lavoro non ha un unico organo interlocutore ma uno per ogni sigla sindacale. Spesso i segretari provinciali delegano ai coordinatori RSA la gestione dei rapporti col datore di lavoro ma, come gli avvenimenti dell'ex direttivo UIL-TuCS di Sigonella dimostrano, questa delega può essere in ogni momento arbitrariamente revocata, senza tenere conto della volontà degli iscritti. La RSA dunque, pur rappresentando in teoria tutti i lavoratori, in realtà è obbligata a rendere conto alla propria segreteria, pena l'estromissione (formalmente o di fatto) dal proprio ruolo.

Possiamo avere anche noi la RSU?
L'accordo interconfederale prevede che la richiesta dell'istituzione della RSU debba provenire dalle organizzazioni sindacali. La LIBU ritiene che sia diritto/dovere di ogni lavoratore delle Basi USA spingere con forza le uniche due sigle sindacali titolate a trattare col datore di lavoro, a formulare la richiesta di inserire la RSU nel nostro Contratto di Lavoro (COE): anche noi abbiamo diritto ad avere una rappresentanza democraticamente eletta, espressione di tutta la categoria! Presto inizierà un'imponente raccolta di firme: i vertici sindacali non potranno ignorarlo, soprattutto se minacciati di perdere tutte le deleghe e restare SENZA ALCUN LAVORATORE da rappresentare (e senza alcuna quota da incassare). Proprio il Sindacato (quello vero) ci ricorda quale sia la forza dei lavoratori uniti, la forza di un'intera categoria: se l'adesione sarà massiva, la LIBU ritiene che essa sarà altresì determinante. Non credete a chi vi dice che i sindacati possono fare a meno dei lavoratori, non credete a chi vi dice che a loro non importa di perdere iscritti! Se fosse vero, in questi giorni avrebbero agito diversamente da come hanno fatto e stanno ancora facendo! È giunta l'ora di ricordare ai "signori" che costoro esistono nel loro ruolo solo in quanto espressione delle nostre esigenze e non viceversa. Ma per arrivare a questo, proprio sulle petizioni non possiamo permetterci di fallire...
SEPPELLIAMOLI DI FIRME!!!!

23 commenti:

  1. Sono pronta a firmare tutte le petizioni necessarie...avanti LIBU abbiamo il vento in poppa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dovremo essere in tanti, non possiamo permetterci di fallire!
      Collabora anche tu con noi: scrivici a libuliberi@gmail.com (vale anche per gli altri).
      Ciao!

      Elimina
    2. saremo in tanti, almeno 300 ex uil, parecchi ex cisl e tutti i non iscritti vogliono esserci per liberarsi di un peso morto che sono le segreterie.

      Elimina
    3. Ciao Lina,
      Tutti sono pronte per iniziare una nuova era sindacale.
      La base dei colleghi non è contro il sindacato ma è contro questa segreteria passiva e inerte!!!

      Sonia

      Elimina
  2. Quando si parte con la petizione?
    Lina Crucitti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speriamo di farcela entro Settembre.
      Le petizioni saranno 3: per saperne di più, leggi anche i nostri articoli "LIBU LIBU LIBU" e "La Quota di Assistenza Contrattuale".

      Elimina
  3. Son pronta e come me tanti altri miei colleghi
    FORZA LIBU

    RispondiElimina
  4. Quindi fatemi capire, per fare la RSU bisogna prima convincere la Cisl e la Uil e poi anche gli Americani??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. anche io vorrei avere una vostra risposta in merito alla domanda fatta da Anonimo10 agosto 2012 19:02
      grazie

      Elimina
    2. "Convincere" non è l'espressione esatta. I sindacati non sono entità calate dall'alto: non sono dei governatori e men che meno delle baby sitter. I sindacati ci "rappresentano" col datore di lavoro; essi rappresentano le nostre istanze. Le NOSTRE istanze, capito? NOI lavoratori sosteniamo il sindacato così come le fondamenta sostengono gli edifici. Senza le fondamenta (€), il palazzo crolla.
      Se (e sottolineo "se") l'istanza della categoria sarà quella di volere la RSU, il sindacato dovrà per forza di cose farsi latore, nostro portavoce (rappresentante per l'appunto) presso il datore di lavoro... altrimenti non rappresenterebbe proprio un bel niente! Ovviamente, se un sindacato non rappresenta niente e nessuno, non ha neppure ragione di esistere. Questo "loro" lo sanno molto ma molto bene, quando lo capiremo noi?
      Per quanto riguarda il datore di lavoro (gli Americani), non abbiamo ragione di credere che possano scaldarsi più di tanto su come noi decidiamo di organizzare la nostra rappresentanza: per loro non cambierebbe molto... o forse si... nel senso che una rappresentanza motivata dal mandato elettorale, farebbe sicuramente alzare la qualità sindacale. Potremmo addirittura chiosare che, visto l'andazzo della trattativa per il rinnovo contrattuale, l'approvazione della RSU sarebbe uno dei traguardi con maggior chance di successo!

      Elimina
    3. Vale la pena provare. Io ci sto!

      Elimina
    4. Dubito che i due sindacati si facciano "latori o portavoce". Per loro RSU = perdita di potere.

      Molo Novo

      Elimina
    5. La scelta non è loro, è solo nostra: se firmeremo in massa, non potranno ignorarci.

      Elimina
  5. E’ vero, si deve capire noi per primi che un sindacato che non ci rappresenta è un sindacato che non ha ragione di esistere. Ma avete presente con chi abbiamo a che fare? Qui a Livorno si fanno la guerra tra di loro e sai che gliene importa di chi verrà licenziato? meglio la uiltucs comunque, promette poco ma mantiene sempre le promesse forse perchè c’e’ Guidi. La fisascat, non voglio dire cosa penso per via del punto 4 della comunicazione di servizio #3.
    Per MOLO NOVO, visto come ti firmi ma, sei di Livorno anche te?
    Enza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Enza,
      Certo che sappiamo con chi abbiamo a che fare: ci abbiamo avuto a che fare per anni! Per anni abbiamo operato nel modo che ritenevamo più adatto e con l'appoggio di tutti gli iscritti. Per anni abbiamo ottenuto risultati fino a quando qualcuno ha "deciso" che il nostro non era il modo giusto. Qualcuno ci ha ricordato chi comanda e chi non conta un c***o.... un idea di sindacato "al contrario" col quale noi non siamo d'accordo: né prima, né ora, né mai! E lo stiamo dimostrando. Adesso, proprio perché li conosciamo, sappiamo di poter vincere: se lottiamo insieme, noi vinciamo. Non c'è ombra di dubbio!

      PS Conosciamo Guidi ed apprezziamo tantissimo le sue capacità tecniche ed abilità di contrattazione. Speriamo il meglio possibile sia per lui che per gli altri lavoratori di Livorno coinvolti in questi tagli.

      Elimina
  6. Dimissioni in massa, da entrambi i sindacati. Questa è l’unica terapia che potrebbe funzionare. Solo togliendo loro i contributi sindacali potremmo farli venire a più miti consigli. Io l’ho già fatto.
    Per chi ha voglia di leggere e ridere (per non piangere), sintetizzo la goccia che ha fatto traboccare il vaso.
    In assemblea due proposte su come affrontare la situazione dei RIF: una CISL e una UIL. Votiamo e passa la proposta UIL.
    La Fisascat, in barba a quanto deciso dei lavoratori, dichiara che proseguirà per la propria strada (tra l'altro, poi, risultati zero).
    L’Ufficio Personale ha ricevuto la mia lettera di dimissioni (dalla Fisascat) il giorno stesso.
    Ero e sono consapevole di dover continuare a pagare un inutile e ingiusto balzello fino al 31/12 ma... Spendano pure i miei soldi. Saranno gli ultimi che mi sfilano dalle tasche.
    E ora buonanotte. Sono in ferie ed è meglio che pensi alla famiglia e a me stesso. A settembre vedremo.

    Buon Ferragosto da
    Molo Novo da Livorno

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Collega,
      spero che ogni nostro lettore possa leggere questo tuo commento. Non ci crederai ma questa è l'unica notizia REALE pervenuta da Livorno, dopo l'annuncio di 54 "nuove" posizioni da meccanici (che abbiamo scoperto dalla lettura dei giornali). Chi lascia la categoria senza notizie su questa situazione, dovrebbe solo VERGOGNARSI!!!
      Hai ragione a dire basta: questa gente non meriterà più le nostre deleghe, fin quando non ricomincerà a rappresentare la volontà dei lavoratori!

      Noi LIBU ti chiediamo di collaborare con noi, magari a partire da Settembre se vuoi, ma di collaborare con noi per iniziative già stabilite (vedi LIBU LIBU LIBU) e da stabilire insieme, per tutte le Basi in Italia.
      Scrivici su libuliberi@gmail.com . Parliamone, facciamolo sul serio. Scrivici, ti aspettiamo!!!

      Elimina
  7. Buon Ferragosto, LIBU!!!

    RispondiElimina
  8. Il male si combatte dall'interno:
    come potrete dedurre da quanto sotto, il punto 5 del testo sopra "RSU nelle basi" è strumentale in quanto non corrrisponde al vero.
    Testo Ufficiale - Statuto UILTuCS
    Art. 6 - Costituzione
    Le strutture di base della UILTuCS sono il Gruppo aziendale e la Lega dei Lavoratori Autonomi. Il gruppo aziendale riunisce nel proprio seno i lavoratori iscritti alla UILTuCS, operai, impiegati e quadri appartenenti alla stessa unità produttiva. I Gruppi Aziendali sono strumenti democratici fondamentali dell'azione di proselitismo, di autofinanziamento e di partecipazione del Sindacato.
    Il Gruppo Aziendale è costituito in tutte le aziende ove esistono iscritti.
    La Rappresentanza del Gruppo Aziendale, ove è possibile, è composta dalle RSA UILTuCS e/o dai membri UILTuCS nelle RSU e nelle RLS.
    La UILTuCS riconosce la funzione degli organismi unitari nei luoghi di lavoro ed i compiti che saranno loro assegnati dagli accordi sindacali. Per la UILTuCS queste strutture sono unitarie esclusivamente nel caso in cui siamo le strutture delle tre Federazioni di categoria a fornire congiuntamente il loro riconoscimento.
    torna all'indice

    Art. 7 - Compiti

    Il Gruppo Aziendale, in collaborazione con la UILTuCS territoriale o provinciale, svolge i seguenti compiti:

    a) provvede al proselitismo curando e garantendo la partecipazione e la presenza nel Gruppo Aziendale di tutte le professionalità operanti nell'azienda;
    b) concorre con il sindacato territoriale o provinciale alla scelta dei candidati della UILTuCS per l'elezione delle RSA, RSU e RLS ed elegge le rappresentanze aziendali dei lavoratori;
    c) è punto di riferimento delle RSA e dei componenti della UILTuCS nella RSU per la rappresentazione delle istanze della generalità dei lavoratori;
    d) promuove l'azione del Patronato ITAL;
    e) promuove con la UILTuCS territoriale o provinciale la presenza della stessa all'interno degli organismi sindacali aziendali e comunque di ogni istanza contrattuale e rivendicativa a livello aziendale;
    f) garantisce, insieme al sindacato territoriale o provinciale, che le modalità di elezione degli organismi unitari a livello di azienda e di gruppo siano rispondenti agli accordi ed alle deliberazioni unitariamente assunte in sede nazionale, territoriale, provinciale e regionale dalla UILTuCS e dalla UIL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole, soltanto parole... scritte bene e in bella copia, ma sempre e soltanto parole. E' come leggere la Costituzione Italiana: il confronto tra i principi ivi enunciati e quello che invece accade nella realta' politica dei fatti, puo' soltanto far ridere o piangere.

      Adesso te li diamo noi i fatti, vissuti sul campo, con tanto di prova...

      Fatto numero 1: Abbiamo lettere in cui il Segretario Provinciale UIL-TuCS scrive all'Ufficio del Personale di Sigonella, definendosi unico vero portavoce e rappresentante UIL-TuCS nel territorio;

      Fatto numero 2: Abbiamo numerosi testimoni del fatto che, in fase di riunione di direttivo, il Segretario Provinciale UIL-TuCS comunica che e' sua prerogativa quella di nominare e/o rimuovere RSA, incluso il coordinatore;

      Fatto numero 3: Abbiamo numerosi testimoni del fatto che, in fase di riunione con i Segretari Nazionali, Regionali e Provinciali UIL-TuCS, e' stato affermato che, "per il bene dell'organizzazione", si possono prendere decisioni che vanno contro il volere della maggioranza degli iscritti... che non ha importanza perdere iscritti se si tratta di salvaguardare la "struttura";

      Fatto numero 4: Abbiamo diversi RSA UIL-TuCS a Sigonella, i quali sono stati estromessi dal loro ruolo, senza alcuna ragione ufficiale, senza essere stati avvertiti o aver ricevuto alcuna comunicazione circa le motivazioni che hanno portato a queste decisioni;

      Fatto numero 5: Abbiamo i coordinatori nazionali UIL-TuCS di Sigonella (almeno fino a pochissimo tempo fa ancora in carica, con tanto di documento ufficiale presso l'Ufficio del Personale), i quali non hanno ricevuto piu' alcuna comunicazione ne' sono stati invitati a partecipare all'ultima riunione con la sottocommissione del JCPC, per il rinnovo contrattuale. Questi coordinatori sono stati estromessi d'ufficio, d'autorita', senza che le Segreterie si siano sentite in dovere di fornire alcuna spiegazione, alcuna comunicazione.

      Credi che tutti questi fatti (e sottolineo FATTI), siano sufficienti a spiegare il punto 5 del nostro articolo? Noi crediamo di si, noi crediamo che i lavoratori debbano poter scegliere i propri rappresentanti (RSU) e che questi debbano avere la necessaria autorita' per operare nel TOTALE interesse della categoria che ha dato loro il mandato.

      Elimina
  9. Io intendevo mettere in evidenza che non c'è alcuna differenza tra RSA e RSU e si è all'esterno delle OO.SS., le quali, decideranno comunque loro le liste da far votare. Ecco perchè è dall'interno che bisogna lottare a cominciare dalla base.
    Far rispettare lo statuto uiltucs con i mezzi democratici a disposizione:
    Statuto deli lavoratori
    TITOLO II
    Della libertà sindacale
    Art. 14. Diritto di associazione e di attività sindacale.
    1. Il diritto di costituire associazioni sindacali, di aderirvi e di svolgere attività sindacale, è
    garantito a tutti i lavoratori all'interno dei luoghi di lavoro.
    TITOLO III
    Dell'attività sindacale
    Art. 19. Costituzione delle rappresentanze sindacali aziendali.
    1. Rappresentanze sindacali aziendali possono essere costituite ad iniziativa dei lavoratori
    in ogni unità produttiva, nell'ambito:
    a) delle associazioni aderenti alle confederazioni maggiormente rappresentative sul
    piano nazionale;
    b) delle associazioni sindacali, non affiliate alle predette confederazioni, che siano
    firmatarie di contratti collettivi nazionali o provinciali di lavoro applicati nell'unità
    produttiva.
    2. Nell'ambito di aziende con più unità produttive le rappresentanze sindacali possono
    istituire organi di coordinamento.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiariamo un equivoco: la LIBU non intende dar luogo ad iniziative per poter "guadagnarci" qualcosa. La petizione sulla RSU non e' per consentire ad alcuni ex-membri del direttivo UIL-TuCS Sigonello di ritornare a far sindacato!! Non c'e' alcuna possibilita' che questo accada (al momento), di questo ne siamo coscienti e, sinceramente, non particolarmente dispiaciuti. Alcuni di Voi confondono le nostre iniziative rivolte all'intera categoria, come invece relative alla sola Base di Sigonella. Non e' cosi'! la LIBU e' in TUTTE le Basi USA in Italia!
      Questa petizione nasce per dare la possibilita' di far scegliere ai Lavoratori Basi USA chi deve essere a rappresentarli sindacalmente! E' chiaro che le uniche due sigle sindacali (al momento) ammesse nelle Basi metteranno in lista delle persone di loro fiducia... ma e' anche vero che poi, tra loro, sara' il lavoratore a decidere chi eleggere e chi no!
      Una volta eletti poi, le RSU non saranno mai piu' costrette a dire "signorsi e sissignore" alle Segreterie esterne alla base: esse avranno tutti gli strumenti sindacali ed istituzionali per dialogare col datore di lavoro e dar conto, solo ed esclusivamente, ai lavoratori tutti (iscritti e non). Se faranno male il loro lavoro, sara' la stessa gente stessa a non rieleggerli, trascorsi i 3 anni di carica.
      Se fosse vero che non cambia nulla, vuoi dirci perche' questa scelta sarebbe osteggiata? Per assurdo, dovrebbero essere gli attuali coordinatori UIL-TuCS e FISASCAT delle Basi USA a spingere verso le RSU... proprio perche', con molta probabilita', sarebbero loro i primi eletti e, dunque, sarebbero proprio loro a poter avere una maggiore autonomia nella contrattazione col datore di lavoro! Se cosi' non e', questo e' perche', forse, alle Segreterie la cosa non garba mica tanto... e non tutti i coordinatori hanno il coraggio di "Rosario Pellegrino".

      Qualcuno disse che la democrazia forse non sara' una forma di governo perfetto... ma e' comunque la migliore tra tutte quelle conosciute.

      SEPPELLIAMOLI DI FIRME

      Elimina