Nuovo sito, stesso impegno!

Seguici sulla nostra nuova pagina informativa Facebook CGIL: Coord Filcams Basi USA e NATO per il Personale Italiano.
Che aspetti? Siamo sempre noi, ancora più forti e ad un solo click di distanza!

lunedì 8 ottobre 2012

Davide e Golia

Abbiamo già scritto della delega sordomuta, di quando un lavoratore si iscrive o resta iscritto al sindacato solo perché pensa che, comunque, si debba concedere la propria adesione pur senza credere nei propri rappresentanti. Una delega "in bianco" in cui si rinuncia al diritto di esprimere le proprie opinioni ed a quello di essere informati, al diritto di ascoltare e di essere ascoltati: come sordomuti, per l'appunto.

Adesso invece scriviamo di noi e delle nostre iniziative prossime venture:  a che punto siamo? Dove stiamo andando? Quando partiremo? Fin dall'inizio di questa nostra "impresa", quando iniziammo a scontrarci con strutture incommensurabilmente più grandi e più forti di noi, ci sentimmo da subito un po' come Davide contro Golia. In realtà, qui non si intende "uccidere" proprio nessuno ma solo forzare chi, troppo sicuro di poter ottenere sempre e comunque deleghe e soldi dai lavoratori, a nostro parere si è allontanato dai principi cardine della rappresentanza di categoria. Sono circa 4 mesi che continuiamo a sfidare e pungolare il gigante e, tra tentativi di "sabotare" le nostre libere discussioni e gli avvertimenti "amichevoli" di lasciar perdere, tra il boicottaggio e la denigrazione, qualcosina l'abbiamo ottenuta: essere riusciti a portare fino in Parlamento alcune sacrosante istanze della nostra categoria! E sembra proprio che Davide sia riuscito a scuotere il gigante Golia: a seguito dell'interpellanza dell'Onorevole Berretta, abbiamo registrato la reazione scomposta (e un po' ridicola) della segreteria UIL-TuCS di Catania… ma non importa. Non è certo questo il segno che intendevamo lasciare col nostro colpo: abbiamo notato, non senza soddisfazione, che la stessa segreteria si premura adesso ad informare i lavoratori sullo sblocco delle posizioni del Ministero di Grazie e Giustizia per i licenziati di Sigonella del 2010 (pubblicato sul sito UIL-TuCS Catania)!!! Ecco il nostro colpo!!  Ecco la scossa! Finalmente arriva un minimo di informazione per i lavoratori! Certo, potreste replicare Voi, è aberrante dare ufficialmente notizie del genere quando ancora si tace del tutto il licenziamento di 41 colleghi…. avreste ragione, tutto questo è poco (anzi pochissimo!) ma è già qualcosa: Golia si è svegliato.

Se il gigante si è "accorto" di noi, adesso tocca ancora a noi farlo ballare un po': mentre le nostre istanze sulla pluralità (alias libertà) sindacale verranno presto discusse in Commissione Lavoro della Camera dei Deputati (ci aspettiamo altre liete sorprese), tra non molto partirà la nostra raccolta firme ed allora, ne siamo sicuri, ne vedremo delle belle. Certo, non è facile organizzarsi quando dietro non ti supporta alcun tipo di struttura, quando ci si sente sempre sotto osservazione speciale, quando sai che nessuno ti farà sconti al tuo primo piccolo errore ma, Davide non si impressionò e, di sicuro, non ci impressioneremo neppure noi. Non è facile ma si fa, se non altro per noi stessi, membri anche noi di una categoria fino ad oggi "posteggiata" da chi non merita più le nostre deleghe. Noi, liberi lavoratori delle Basi USA, ci siamo rimboccati le maniche, ci siamo organizzati in gruppo per diventare associazione (ma forse molto più) ed incunearci tra i sindacati ufficiali,  promuovendo iniziative a favore della nostra categoria. 

Ci scusiamo con Voi tutti se le promesse petizioni non sono ancora partite: ci siamo auto-tassati per far preparare i documenti ad un noto avvocato del lavoro. Siamo comunque agli sgoccioli: a brevissimo dovremmo ricevere il testo e, siamo sicuri, l'iniziativa potrà davvero partire entro il mese di ottobre. Qualcuno potrà criticarci per la nostra eccessiva prudenza ma, non siamo dilettanti e non potremmo neppure permetterci che Golia ci porti in tribunale, non oggi. Inoltre, la natura stessa della nostra categoria, sparsa per tutto il territorio nazionale, rende complessa l'operazione di raccolta firme. La nostra "fionda" ha un solo colpo: non possiamo permetterci di sbagliare e, proprio per questo, preferiamo ritardare (di poco) l'inizio delle nostre attività al fine di poter raccogliere le vostre firme nel modo più chiaro, preciso ed adeguato.

Ricordiamo le petizioni:


Se la categoria risponderà compatta alla nostra raccolta firme, Vi assicuriamo che Golia prenderà un gran bel colpo, trovandosi davvero ma davvero in difficoltà. Sarà proprio allora che, come nel racconto biblico, Davide potrà sperare di avere la meglio. 

Non ci abbandonate, seppelliamoli di firme!!!!

15 commenti:

  1. Sono in molti che leggono questi articoli e che si domandano se quanto viene scritto si trasformera' in realta'. La fionda mi e' sempre piaciuta come pure le sfide "impossibili" per cui mi auguro che il vostro progetto decolli.

    Buona fortuna Saro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cari amici e colleghi delle basi USA volevo solo dire grazie!
      Grazie per la scorsa che la libu vuole dare a tutto il sistema omertoso illiberale e indifferente dei sindacati!
      Grazie per averci ridato una speranza di partecipazione disinteressata ai problemi delle basi !
      Grazie per averci dato una buona alternativa al nulla della Uil e della Cisl!
      In molti seguiamo le vicende della libu ma ti siete chiesti il perché?
      Forse curiosità
      Forse ci piace vedere altri litigare?
      La risposta sta nel comune malcontento di tutti noi lavoratori delle basi USA in italia.
      Io credevo che il menefreghismo l'indifferenza l'assenza dei sindacati era un problema di Sigonella, ma ora so che è così ovunque(forse tranne Napoli visto che non commentano mai beati loro avranno dei supereroi come sindacalisti, anche se per risolvere problemi loro aspettano che gli altri li risolvano per loro e poi s' accodano,vedi turni del fire dep.,bravi e molto comodo così).
      Ora ho capito che il malcontento e comune, quindi vi esorto tutti ad essere partecipi anche voi colleghi ancora iscritti.
      Ai ragazzi della libu chiedo:
      Come intendete svolgere la raccolta delle firme?
      In quale sede?
      E soprattutto dovete divulgare la notizia non solo via blog.
      Non tutti lo seguono e non tutti navigano il web, non sarebbe meglio un altro tipo di divulgazione?
      Spero con vivo interesse che noi tutti riusciamo in questa impresa per dare una scossa al sistema,per far sentire la nostra voce anche al di fuori delle basi così come sta facendo la libu con il parlamento tramite un onesto rappresentante del popolo l'onorevole Beretta.
      Cosa che i sindacati non hanno mai nemmeno tentato di fare INCREDIBILE.
      Chiedo scusa se ti ho annoiati ma in qualcosa bisogna crederci e io credo alla libu.
      Sigonella alza la testa e pensa senza paure.

      Elimina
    2. Caro Anonimo,
      grazie a te per seguire e partecipare a questa nostra "impresa". Noi non litighiamo ma siamo sempre propositivi anche se, ovviamente, ci sentiamo obbligati a rispondere alle provocazioni. Se volessimo, potremmo portare "affondi" molto molto molto più dolorosi. Ma non siamo e non siete qui per questo.
      Napoli non commenta? Non lo sappiamo, i commenti sono anonimi (però, a leggerne qualcuno, si direbbe che arrivino proprio da li). Quello che pero' sappiamo (dalle statistiche) è che Napoli ci segue, eccome.
      La raccolta firme sarà "multi-piattaforma", parolona difficile ma dal semplice significato. Daremo i dettagli quando pronti. Ovviamente, la firma "cartacea" in tutte le Basi è subordinata all'avere collaboratori attivi in tutto il territorio nazionale. Vedremo. Bisogna anche ricordare che non sarà possibile raccogliere le firme all'interno degli uffici e delle officine e, soprattutto, non durante le ore di lavoro. C'è chi non vede l'ora di poterci denunciare ai Comandi per attività non consentite... ma noi non daremo loro alcuna possibilità di farlo. Tranquilli! :-)

      Elimina
  2. ho visitato il sito UILTUCS e sono rimasto senza parole, indeciso se ridere o piangere. A parte l'impostazione grafica del comunicato, in stile "necrologio" con la fotografia del compianto in un angolo, il comunicato sembra piu' un pretesto per autocomplimentarsi che dare concrete informazioni. Si sono sbloccate le assunzioni al ministero di grazia e giustizia, ma vorrei vedere quanto lavoro di solleciti c'e' realmente dietro o se non si tratti piuttosto di un semplice diffondere la notizia di un fatto che si e' evoluto da se', per lasciare intendere chissa' quale lavoro c'e' dietro: tutto in perfetto stile sindacalese! seguono poi mail mandate timidamente dai rappresentanti che riportano UNA RIGA di comunicato, senza dettagli, senza particolari, con l'aforisma conclusivo del nuovo coordinatore: "poche parole, molte azioni sindacali!"...si, ma quali? Caro coordinatore, facci sapere che cosa stai coordinando, perche' per telepatia queste molte azioni sindacali di certo non le veniamo a sapere.
    Aspettiamo tutti le petizioni! e' giusto che questa gente rimanga confinata in un bar a parlare di calcio, formulauno e qualsiasi altro svago che non sia il fantasindacato a cui fino a oggi giocano coi nostri soldi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti!
      Proprio in queste "mail mandate timidamente" si vede però tutta la forza della nostra azione. Abbiamo FORZATO, abbiamo COSTRETTO la UIL-TuCS a Sigonella ad usare un mezzo che aborriva, uno strumento di accusa verso tutto l'ex direttivo, a cui veniva imputato di "pensare a mandare email invece di fare sindacato". Alle accuse seguivano poi gli "untori", gente che vaneggiava in giro (sono bravi in questo) circa denunce ed investigazioni verso tutti coloro che usavano le email... lo so, viene un po' da ridere.
      Più di una voce ci riferì poi che, dalla segreteria UIl-TuCS di Catania, arrivò anche una lettera che sollecitava il Comando a prendere provvedimenti verso chi usava lo strumento email in modo non consentito. In altre parole, il sindacato se la prendeva coi lavoratori. Sarà vero? Non lo sappiamo, però ricordiamo bene che, quando denunciammo pubblicamente questo fatto davanti al segretario nazionale, regionale e provinciale, quest'ultimo diventò improvvisamente viola come una melanzana. Ovviamente, nulla è poi successo perché noi, invece, di quello strumento non abbiamo MAI abusato.
      Comunque sia, è proprio questa email che adesso viene utilizzata dagli stessi che l'avevano demonizzata! Per noi, una piccola vittoria.
      Sui contenuti infine, non è possibile avere maggiori aspettative perché, purtroppo per loro, non sono davvero in grado di fare di meglio.

      Elimina
  3. Amici della libu lungi da me dire che siete qui per litigare con chi che sia, ma molti godono nel vedere voi e i sindacati beccarvi. So che non è ne il vostro me il mio scopo.
    Non volevo neanche dire che Napoli se me frega di noi semmai accusavo i soliti sindacati che non fanno nulla tranne che attendere, sono certo che i colleghi di Napoli ci vi segue con vivo interesse come tutti credo.
    Ma mi chiedevo se non fosse una buona idea quella di firmare ogni intervento in questo blog non con un nome ma con il nome della base a cui apparteniamo in modo che tutti possano capire la provenienza del problema o delle idee di chi interviene...... Che me pensate?
    Po che non sono cose importanti ma da un senso di quanto ci stiamo allargando e crescendo.
    Per le notizie relative alle raccolta firme grazie e spero che ci saranno ulteriori notizie la multipiattaforma che dite voi è un ottima idea .
    Sigonella .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottima idea quella di indicare nei commenti la Base di provenienza!
      Ovviamente pero', nulla toglierebbe all'anonimo la possibilita' di inserire comunque una Base diversa dalla propria. Noi non siamo IN ALCUN MODO in grado (ne' ci interessa) di sapere chi e da dove scrive chi desidera restare anonimo. Visto pero' che, in quanto amministratori del blog, siamo legalmente responsabili di tutto quello che viene pubblicato su di esso, abbiamo deciso di moderare i commenti, censurando quelli che rientrano in almeno una delle seguenti 4 condizioni:

      1. Diffamazioni e/o calunnie;
      2. Fatti oggettivamente falsi o mistificati;
      3. Argomenti ripetuti, provocatori e sprezzanti;
      4. Volgarità e scurrilità.

      Fortunatamente, riceviamo ben pochi commenti con queste caratteristiche... pero' succede. A volte, abbiamo anche deciso di non pubblicare dei commenti non comprensibili, tronchi, che sembrano essere stati inviati per errore.

      Concludo dicendo che il nostro blog appartiene alla piattaforma di Google chiamata "Blogger" (www.blogger.com) e che non ci e' consentito aggiungere campi addizionali, come quello suggerito, indicante il nome della Base.

      Se hai altre idee o ti interesserebbe collaborare attivamente con noi (magari proprio nella raccolta firme), ti invitiamo a scriverci su libuliberi@gmail.com .

      Ciao!

      Elimina
  4. Trovo utile conoscoscere da quale base viene aggiunto un commento per cui Il "buona fortuna Saro" arriva da Camp Darby.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa... non ho ben capito come fai ad affermare che quel commento arrivi da Camp Darby.
      In ogni caso, in questo blog la regola è che, se vuoi, hai tutto il diritto di restare assolutamente anonimo.
      Così è e così resterà!

      Elimina
    2. Tra l'altro, mi accorgo solo adesso, che lo stesso che ha inviato il commento "buona fortuna saro" ha poi replicato affermando indirettamente che scriveva da Sigonella: "Sigonella alza la testa e pensa senza paure".
      Di nuovo ripeto, non ho capito il senso del tuo commento.

      Elimina
  5. Saro non intendevo dire di aggiungere un campo ma semplicemente scrivere alla fine del commento il nome della base.
    Io per esempio chiudo sempre con "Sigonella alza la testa senza paura"solotammd esempio.
    A tal proposito volevo chiederti Saro perché quel commento sul "buona fortuna Saro"che qualcuno dice provenga da camp darby erroneamente visto che io sono di Sigonella?
    Ho forse perso qualche passaggio?

    Sigonella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Firmarsi col nome della Base, è un invito che potremo fare (in tua vece) alla nostra prossima comunicazione di servizio. Sia chiaro che poi, comunque, deciderà chi scrive.

      Elimina
  6. Saro quel buona fortuna non è mio io ho replicato al tuo commento dopo Sigonella alza la testa è un altra persona da chi ti aveva augurato buona fortuna giusto per chiarire.
    Quindi potrebbe essere di camp darby quel commento.

    Sigonella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Comunque sia, non importa. :-)

      Se vuoi continuare questa discussione e chiarirci un po' meglio, scrivici pure su: libuliberi@gmail.com .

      Ciao!

      Elimina