Nuovo sito, stesso impegno!

Seguici sulla nostra nuova pagina informativa Facebook CGIL: Coord Filcams Basi USA e NATO per il Personale Italiano.
Che aspetti? Siamo sempre noi, ancora più forti e ad un solo click di distanza!

sabato 10 novembre 2012

Io firmo perché: Rosario Pellegrino

IO HO FIRMATO LA PETIZIONE!

Ho firmato perché, in onore alla libertà, ho deciso di essere anch'io parte e protagonista del mio futuro.

Ho firmato perché, in onore alla libertà, voglio scegliere io chi mi deve rappresentare.

Ho firmato perché, in onore alla libertà, decido io sequando e quale sigla sindacale pagare per la mia tutela.

Ho firmato perché non temo l’arroganza di chi usa il potere solo per sottrarci ció che ci appartiene: la dignità.

Ho firmato perché sono stufo di essere preso in giro, stufo di incompetenze, di soprusi e di inettitudini.

Ho firmato perché, in onore alla libertà, credo nei miei colleghi, e con loro voglio costruire un futuro migliore di quello che ci offrono, più giusto e in piena DEMOCRAZIA!!!

Rosario Pellegrino

12 commenti:

  1. Grazie Saro per queste belle parole!

    RispondiElimina
  2. Condivido al 100% le tue motivazioni e ti ringrazio tanto per tutto quello che hai fatto e continui a fare per la nostra categoria.

    RispondiElimina
  3. Grazie Rosario. Non ti conosco personalmente ma il modo come ti esprimi fa capire chi sei.
    Spero che le tue parole e il tuo impegno rompano la paura del futuro che c'è in noi tutti, e che la fiducia nei colleghi ti sia ripagata. Grazie ancora.

    Un collega

    RispondiElimina
  4. Rosario sei un grande. Le tue parole sanno parlare anche al cuore di chi legge, e questa è una dote che non tutti hanno.
    Hai mai pensato di venire nelle altre basi e parlare a tutti magari invitato nelle assemblee di ogni base? Abbiamo bisogno, penso, di ascoltare gente come te, che sa dire quello che pensa senza timore e con grande onestà. Pensaci.
    Un abbraccio affettuoso da un collega di Livorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Collega.
      Verrei volentieri alle vostre assemblee per scambiare proposte e idee riguardanti la nostra categoria e presentare la neonata Associazione LIBU a tutti i colleghi, ma il problema è che le assemblee vanno indette dai (cosiddetti)sindacati che abbiamo adesso nelle Basi, e non penso di essere, in questo momento, a loro molto simpatico, non mi inviterebbero mai. Ma mai dire mai. Vedremo in futuro.
      Adesso abbiamo il dovere di pensare a cosa fare subito.
      Ricevo da molti colleghi, anche dalle altre Basi, molte attestazioni di stima e di affetto per quello che stiamo facendo e l'impegno che mettiamo per cambiare questo vergognoso stato di cose.
      Ma purtroppo la sola stima in questo momento storico non basta, è importante che tutti capiscano che è venuto il momento di venire allo scoperto agendo concretamente, mettendosi in prima linea come abbiamo fatto noi da tempo, evitando di nascondersi dietro:

      tanto c'è sempre qualcun altro che firma...
      perchè esporsi...
      quando siete pronti me lo dite e io sarò con voi...

      E' da tempo che siamo tutti pronti, e ora tempo ne è rimasto molto poco. Se non riusciamo in pochi mesi a organizzarci per spingere ad avere una rappresentanza forte, ho paura che già dal prossimo anno il nostro futuro comincerà ad essere molto incerto, come lo è quello dei nostri 41 colleghi di Livorno mandati al macello senza che abbiamo alzato un dito.
      E' il momento di esporsi in prima persona, senza se e senza ma.
      Bisogna lanciare un segnale a chi vuole rappresentarci, un segnale serio e deciso: o vi fate veramente portavoci della nostra volontà e dei nostri problemi o noi decidiamo che non ci rappresentate più.
      E i segnali da lanciare sono tanti, uno fra i tanti è firmare e fare firmare la petizione, e non per fare un favore a Rosario Pellegrino o ai suoi collaboratori o alla LIBU, ma per far capire che non intendiamo più scherzare e che siamo capaci di essere una categoria unita e forte.
      Ribadisco per l'ennesima volta: le nostre azioni non sono tese a distruggere il sindacato, il nostro scopo deve essere il contrario, riuscire ad avere finalmente un vero sindacato, ne abbiamo necessariamente bisogno.
      Ma senza l'apporto concreto e visibile di tutti non andiamo da nessuna parte!!!
      La LIBU è un'associazione dei lavoratori delle Basi Usa in Italia, e non appartiene più neanche ai fondatori, è uno strumento di tutti e per tutti.
      Quindi se tale strumento può servire a interloquire fra noi e con le istituzioni atte a tutelarci, dobbiamo essere tutti protagonisti.
      Non credo nei personalismi e negli intenti dei pochi,
      sono i molti che poi alla fine cambiano le cose.
      Facciamo una scelta: batterci per un futuro migliore, o continuare a nasconderci dietro i soliti pretesti che giustificano solo mediocrità e paura di vivere veramente la propria vita.
      Se vi riconoscete in questi valori entrate nel gruppo, dove tutti sono uguali nei doveri e nei diritti, e dove tutti danno una parte di sè perchè è così che si esercita la Democrazia.
      Il silenzio di molti colleghi da un'arma in più a chi ci vuole immobili e senza futuro.
      Siamo sotto assedio e le nostre forze non sono infinite!!!

      Elimina
  5. Grazie Saro,
    parole sagge, possone venire solo da una persona saggia, come te.

    RispondiElimina
  6. Grazie Rosario,
    le tue motivazionI sono anche le mie e di tutti quelli che credono nella DEMOCRAZIA.
    Sei un grande!

    RispondiElimina
  7. Colleghi che fine ha fatto la Camusso con la lettera consegnata per i colleghi di Livorno e, l'impegno del politico dopo le votazioni come procede? si passa col Governo o no?

    RispondiElimina
  8. Caro collega,
    per quanto riguarda i colleghi di Livorno, tra domani e dopodomani pubblicheremo un articolo molto interessante in proposito. Per quanto riguarda la Camusso bisogna pazientare ancora un po'... ma ci saranno presso delle novità!

    RispondiElimina
  9. io ho firmato perchè:
    -e' il momento di agire
    son finiti i tempi di "armiamoci e partite"
    -Desidero essere parte attiva del mondo che vorrei.
    Mary Cosentino

    RispondiElimina
  10. Grazie Saro ,grazie a tutti coloro che stanno tenacemente continuando a portare avanti il grido di
    NOI SIAMO liberi.
    Vogliamo la liberta' di eleggere i Ns rappresentanti,di avere delle risposte alle ns domande.
    Firmate ,firmate, firmate L'UNIONE FA' LA FORZA
    Mary Cosentino

    RispondiElimina
  11. Ho firmato perche' voglio riappropriarmi del diritto di scegliere chi deve rappresentarmi e tutelarmi; perche' voglio scegliere se e quando iscrivermi o cancellarmi da questo o quel sindacato. Ho firmato perche' sono stanca di "gente" che si arroga il diritto di appiopparmi una tassa sul mio lavoro: il riconoscimento del caporalato che, dalle campagne si trasferisce sul terziario!!!!

    Ho firmato per tutto questo e perche' e' venuta l'ora di dimostrare (parafrasando un noto personaggio) che anche noi "Ce l'abbiamo duro!!!"
    Lina Crucitti

    RispondiElimina