Nuovo sito, stesso impegno!

Seguici sulla nostra nuova pagina informativa Facebook CGIL: Coord Filcams Basi USA e NATO per il Personale Italiano.
Che aspetti? Siamo sempre noi, ancora più forti e ad un solo click di distanza!

martedì 16 settembre 2014

Riso amaro Vicentino

Quasi un mese fa, precisamente il 21 agosto, usciva sul Corriere del Veneto un articolo (cliccate qui per leggerlo) che denunciava il Comando AAFES di Vicenza per l'uso di telecamere poste a controllo del personale (attività vietata dalla legge 300/1970, Statuto dei Lavoratori), per elargire premi fuori busta (dunque non tassati) e per aver disatteso le promesse occupazionali a seguito dell'ampliamento della Base. Sempre lo stesso articolo riportava poi le dichiarazioni di un esponente FISASCAT CISL che, rispondendo solo in parte alle accuse del giornale, affermava che nel nostro Contratto Nazionale (CCNL) è stabilito chiaramente che i premi sono elargiti ad esclusiva discrezionlità datoriale (verissimo), che le telecamere inquadrano solo i clienti (versione messa in discussione da alcuni lavoratori AAFES) e che i rapporti con l'amministrazione USA sono ottimi (non nutriamo alcun dubbio in merito).
Per colpa della nostra (proverbiale) prudenza, avevamo deciso di attendere prima di pubblicare la notizia, avevamo deciso di aspettare la replica dei Comandi per avere così un quadro completo di quanto succede ad Ederle. Attendevamo anche una risposta sindacale decisamente più corposa: maggiori dettagli in merito ad una denuncia che dipinge un quadro quantomeno imbarazzante. Attendevamo inutilmente: non è avvenuto nulla; all'articolo del Corriere del Veneto non è seguita alcuna replica (almeno per quanto ne sappiamo noi). 
Oggi riteniamo inutile aspettare ulteriormente e allora, ancora una volta, puntiamo il dito verso qualcosa che altri continuano inutilmente a nascondere o negare: la nostra situazione lavorativa decisamente "atipica", il fatto che non venga ammessa nessuna interferenza esterna e che quindi, si accettano scommesse, nessuna autorità esterna si permetterà il lusso di verificare la veridicità o meno di quanto denunciato dal Corriere del Veneto
Comunque sia, chiudiamo questo breve post con la soddisfazione di vedere parecchio "movimento" tra i lavoratori Vicentini sui quali, a breve, daremo un importante annuncio.

6 commenti:

  1. Il link dell'articolo da' un errore e non e' possibile aprirlo...

    RispondiElimina
  2. Comunque, anche quando gli awards sono dati in busta paga con le dovute tasse, credetemi, spesso sono il risultato di "simpatie" per questa o quella persona e non hanno nulla a che vedere con il merito! Signore e signorine carucce che esercitano un particolare ascendente sul supervisore di turno riescono ad ottenere molti piu' soldi di quelli che magari pensano solo a svolgere bene le proprie mansioni.

    RispondiElimina
  3. Un vecchio proverbio toscano recita: tira di più un pel di f... che due bovi al carro................Tutto il mondo è paese nelle caserme è più paese di fuori.

    RispondiElimina
  4. Leggendo altri contratti, un pò più seri del nostro, non ho potuto fare a meno di notare che tutti comprendono un piano di classificazione del personale. Come mai, il nostro non esiste? Come mai il nostro datore di lavoro decide arbitrariamente i gradi e la categoria d'impiego dei dipendenti? Come mai non abbiamo nessun riferimento concreto per quanto riguarda i criteri di classificazione? Come mai il nostro datore di lavoro applica criteri Americani per le caratteristiche d'ingresso e per la mobilità interna dei lavoratori? Sarà che il nostro sistema scolastico non è forse adeguato alle valutazioni che fanno delle domande di lavoro presso gli uffici del personale? Perchè tali requisiti, come esperienza acquisita dentro e fuori, e gli studi richiesti per accedere ad un grado piuttosto che ad un altro non è parte del nostro contratto? Come mai questi "SINDACATI DEL FARE" non fanno un beato nulla per saperne di più dal nostro datore di lavoro e negoziare cose concrete come quelle di cui ho accennato? Sti sindacati del fare, ma che c... fanno quando partecipano alle varie riunioni con Zio Sam?????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ad ogni contratto si fanno alzare le già enormi ore per i distaccamenti ( 13 mila nel 2013) per l'ultimo contratto ne chiedevano 3 mila in più. Essendo della categoria del commercio come vedi sanno molto bene contrattare i nostri licenziamenti in cambio di ore pagate a loro per stare fuori dalle basi a sollazzarsi il c.... Non penserai mica che essendo pagati da loro facciano i tuoi interessi vero? Ricordati che quando fanno le riunioni sia il sindacato che lo zio Sam sono tutti pagati dallo stesso datore di lavoro................................................

      Elimina