Nuovo sito, stesso impegno!

Seguici sulla nostra nuova pagina informativa Facebook CGIL: Coord Filcams Basi USA e NATO per il Personale Italiano.
Che aspetti? Siamo sempre noi, ancora più forti e ad un solo click di distanza!

martedì 3 marzo 2015

13 licenziamenti ad Aviano!

Ci risiamo!
vengono annunciati 13 esuberi ad Aviano ma l'informazione nelle altre Basi arriva "con calma", come se il problema dei nostri colleghi Friulani fosse soltanto un problema loro. Noi reputiamo, non abbiamo mai cambiato idea in proposito, che il problema occupazionale di una Base dovrebbe riguardare l'intera categoria e che le mobilitazioni dovrebbero essere sempre (o quasi) pianificate su scala nazionale. 
Chissà perché, proprio nell'era della comunicazione, i Sindacati non reputano come loro compito fondamentale anche quello informare i lavoratori su avvenimenti estremamente importanti e, perché no, anche tragici, come quelli di una probabile riduzione di personale. Una mancanza che costringe semplici lavoratori come noi a venire a sapere cosa succede ai nostri colleghi di Aviano, solo attraverso i giornali. Pubblichiamo qui i link agli articoli usciti su Il Gazzettino e Pordenone Oggi: cliccate sui nomi dei giornali per aprire le pagine corrispondenti.
Non potendo fare altro (al momento, purtroppo), auguriamo buon lavoro alla RSA di Aviano ed invitiamo loro a coinvolgere l'intera categoria perché solo uniti si vince. Inoltre, rinnoviamo la nostra vicinanza ai colleghi che potrebbero perdere il posto, sperando che il pericolo rientri.
A proposito di (dis)informazione, apprendiamo in questi giorni che tutti i colleghi licenziati a Livorno 3 anni fa, sono stati "sistemati". Da chi e dove non ci è dato saperlo, come non sappiamo neppure se questa informazione, ricevuta in un commento polemico al nostro articolo "Lettera da Livorno", corrisponda al vero (come speriamo) oppure no. Se ci si chiede di ringraziare qualcuno o qualcosa, si dovrebbe quantomeno specificare chi e per cosa. Ancora una volta, crediamo che, a tal proposito, il Sindacato, così solerte nell'inoltrare messaggi del Comando (come avvenuto a Sigonella nel caso del Commissary e della palestra), potrebbe fare molto di più per informare e coinvolgere i lavoratori.

7 commenti:

  1. Ciao Libu. Rispondo da questa lettera, ma per capire la gente che vi segue si dovrebbe rifare da "lettera da livorno". I licenziati sono stati a casa 2 anni e 4 mesi te lo ridico e non 3 anni.Se non sapete le cose e' meglio che non dite bischerate.Quello che io dico non sono bufale, altrimenti mettiamo in dubbio tutto cio' che viene pubblicato.Non dire che non sapevate niente del ritorno al lavoro dei licenziati o di altre cose vi cresce il naso come a Pinocchio, siete informati avete anche voi i vostri "pentiti" ma attenti ...... (se lo dico lo so per certo) Se ancora non avete il diritto di parola non dite castronerie. Se la parola impegno non ti piace, allora usiamo "vicinanza " cosa che qualcuno si e' preso cura di dare, non facciamo gli spocchiosi, si e' vero che esiste una legge 98, ma dove si e' mai visto che il risultato arrivi da solo, via siamo seri. Voi Libu dove sareste senza la CGIL? non dovevate essere che parola usavate. Su una cosa mi potrei trovare in sintonia con voi"Organico della Difesa" quella sarebbe una buona strada da percorrere.
    Stiamo attenti a cosa diciamo, tutte queste affermazioni contro i sindacati sono controproducenti per tutti, alla fine saranno i datori di lavoro a vincere.
    Nel sindacato ci sono tantissime brave persone, e non dubito che ci siano anche tra voi.
    Signori e Signore ora che siete entrate di nuovo nel mondo del lavoro, e siete un po' piu' calme, volete per favore dire se ce' stato qualcuno che si e' (impegnato, no scusa vi e' stato vicino in questo periodo?) ogni tanto un po' di coraggio, ora che le cose si sono sistemate "da sole............" si rimane Anonimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No collega, non lo sapevamo... e davvero non capiamo cosa intendi con "pentiti": rimandiamo al mittente.
      In ogni caso, dopo tanta chiacchiera, non abbiamo ancora capito COSA sia stato fatto e da chi, per sollecitare l'applicazione della "legge 98". Non dubitiamo che tu abbia ragione, ma nei fatti non abbiamo capito quali siano state le azioni compiute e non dovute per il caso. Saremmo felici di poterlo pubblicare su questo Blog. Rinnoviamo anche noi il tuo invito ai "riffati" per scriverci delle loro esperienze.
      Accusi noi di parlare male dei "sindacati", quando? Quando abbiamo scritto lettere aperte rimaste senza risposta? Quando abbiamo offerto la nostra collaborazione al coordinamento nazionale? Quando abbiamo invitato i vertici sindacali alle nostre assemblee? Quando? Noi non parliamo male del sindacato ma di un certo modo di farlo, ne parliamo in modo propositivo e nel nostro pieno diritto di lavoratori. Se questo ti da fastidio, questo fastidio te lo tieni: sono affari tuoi.
      E adesso facciamo una precisazione: la LIBU nasce temporalmente prima dell'impegno CGIL per la nostra categoria e, se oggi la FILCAMS è arrivata ad un passo dal "gate", questo è soprattutto grazie all'impegno della LIBU e delle centinaia di lavoratori che ci seguono da tutta Italia. Certo, ci rendiamo conto che certi argomenti non possono essere compresi da chi conosce le sole sigle che, al momento, trattano col nostro datore di lavoro: il fatto è che altrove, altri sindacati, ascoltano e portano avanti le richieste e le istanze dei lavoratori, della base (intesa come categoria) e non viceversa!
      La CGIL oggi è qui non perché un giorno la Camusso si è svegliata e lo ha deciso ma perché la categoria (alla quale noi della LIBU abbiamo dato e continuiamo a dare voce) lo ha chiesto, lo ha voluto.
      È una cosa di cui andare fieri e di cui la FILCAMS, a differenza dei soloni che ci spiegavano come "il lavoratore non conta niente", ha voluto far tesoro. La piena democrazia sindacale, la RSU, sarà il compimento di quanto spiegato sopra, perché è ora di capire, una volta per tutte, che il sindacato serve per rappresentare i lavoratori, non le segreterie!

      Elimina
  2. Stando ad alcune voci di corridoio si dice che anche a Siginella ci saranno entro il prossimo anno fiscale alcuni esuberi, solo che se ne parla al Bar del 41simo ma il due sindacati non vogliono indagare.
    Carmelo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Collega, a noi non risulta, anzi. Se conosci altri dettagli, sei pregato di comunicarcelo.

      Elimina
  3. Ciao a tutti, mi preme ricordare a chi come me qualche anno fa è stato a Roma
    per manifestare contro gli esuberi a Sigonella
    che i colleghi di Aviano e delle altre basi erano presenti forse in numero superiore a quelle partiti dalla Sicilia
    Non ci dimentichiamo queste cose !

    RispondiElimina
  4. Avete notizie in merito agli sviluppi di questa vicenda??

    RispondiElimina